Are you not browsing from Italy? Go to Eurotherm.info/ww
Or continue on Eurotherm.info/it

Comfort radiante e geotermia in banca

Descrizione Cantiere: Restauro di Palazzo von Hausmann con il ricavo, negli spazi avvoltati del piano terra e piano interrato, della nuova filiale della Cassa di Risparmio di Bolzano.
Luogo: Salorno (BZ)
Superficie: ca. 170 mq
Sistema: Modulo radiante
Installatore: Termosan sas di Sartori (Egna -BZ)
Architetto: Arch. Enrico Pedri (BZ)

Intervista all'Arch. Enrico Pedri

Parliamo del progetto...
Nel restauro di Palazzo von Hausmann, ed in particolar modo negli spazi avvoltati a piano terra, destinati originariamente a magazzini agricoli, dove ora ha trovato sede la nuova filiale della Cassa di Risparmio, si è cercato, compatibilmente alle indicazione dell’Ufficio Beni Architettonici della Provincia di Bolzano essendo il bene tutelato, di intervenire migliorando le prestazioni energetiche, con un occhio di riguardo anche alla sostenibilità. Tutte la pareti esterne sono state rivestite, dall’interno, con una controparete in pannelli di argilla, con interposta isolazione in canapa. Nel cortile interno sono stati scavati tre pozzi geotermici, profondi 100m che riscaldano tutto l’ambiente tramite una pompa di calore a geotermia. 

Come si sono integrati gli impianti con la progettazione degli ambienti ristrutturati?
Si è scelto di utilizzare il sistema di riscaldamento/raffrescamento “modulo radiante” planium perché le complesse esigenze impiantistiche della banca ci costringevano ad eseguire un pavimento sopraelevato: oltre a tutte le tubazioni elettriche e di sicurezza, nel vano sotto il pavimento, corrono anche tutte le tubazioni di mandata e ripresa dell’unità trattamento aria. La possibilità offerta poi da questo sistema di riscaldare/raffrescare gli ambienti, senza dover installare sulle pareti e avvolti antichi qualsiasi altro componente tecnico, è stato l’elemento vincente che ci ha fatto optare per questo sistema. Non ultima la finitura in ferro calamina che si sposa benissimo con le finiture interne in tinta bianco panna degli avvolti e con il legno topakustik dell’arredamento. Dello stesso materiale sono state progettate anche le partiture interne degli uffici, intervallate da aperture vetrate.

Che ruolo ha l’efficienza energetica nella riqualificazione di edifici?
Attualmente il contenimento del consumo energetico (CasaClima) si sta affermando come filosofia progettuale soprattutto per le costruzioni ex-novo, la cui qualità potrebbe costituire causa di “discriminazione” nei confronti dell’esistente, per la quale la normativa attuale non impone particolari limiti o vincoli circa il consumo energetico. In particolar modo, se l’edificio è sottoposto a vincolo di tutela dei beni architettonici, in un’ottica di sostenibilità, il recupero dell’esistente costituirebbe una strategia efficace, utile a costituire una forte riduzione dei consumi e dei costi sia economici che di risorse impiegate, limitando le emissioni di gas serra. Come architetto da anni mi sono posto la sfida di far rientrare nei parametri di CasaClima anche l’edificio antico tutelato, al pari dell’edificio nuovo, adottando sofisticate tecniche compatibili con il bene tutelato. Dal 2008 sono presidente del Consorzio Kyotohaus (www.kyotohaus.it), che ha sede a Laghetti di Egna, che è stato costituito con lo scopo di incentivare il recupero sotto il profilo energetico anche gli edifici antichi e storici, soprattutto se sottoposti al vincolo storico artistico.

  • 1 - raffrescamento radiante per terziario
    raffrescamento radiante per terziario
  • 2 - raffrescamento radiante per terziario
    raffrescamento radiante per terziario
  • 3 - raffrescamento radiante per terziario
    raffrescamento radiante per terziario
  • 4 - raffrescamento radiante per terziario
    raffrescamento radiante per terziario