Are you not browsing from Italy? Go to Eurotherm.info/ww
Or continue on Eurotherm.info/it

Riqualificazione energetica Torri Garibaldi

Descrizione Cantiere: riqualificazione della Torre B nel complesso della stazione Garibaldi di Milano, edificio di elevata altezza realizzato negli anni ’80 per ospitare gli uffici delle Ferrovie dello Stato. L’intervento è stato compiuto attraverso la riprogettazione completa dell’involucro e degli impianti con largo impiego di fonti rinnovabili, secondo criteri di efficienza energetica che lo collocano in classe B.
Luogo: Stazione di Porta Garibaldi (MI)
Superficie: ca. 400 mq
Sistema: Europlus-flex
Installatore: F.lli Panzeri (CO)
Progettista: Tekser s.r.l. (MI) 

Intervista all'Ing. Guido Davoglio della Tekser s.r.l.

L’intervento di risanamento conservativo delle Torri Garibaldi a Milano è paradigmatico del potenziale architettonico insito nelle operazioni di riqualificazione del patrimonio esistente, obiettivo prioritario della commissione europea per il risparmio energetico. La coppia di edifici ad elevata altezza, rinomati nella sky-line milanese, fu costruita dalle Ferrovie dello Stato negli anni Ottanta per ospitare i loro uffici di Milano, al di sopra della stazione di Porta Garibaldi. La prima delle due torri, oggi quasi completata, è il risultato del lavoro congiunto fra il nostro team di progettisti e il committente, Beni Stabili S.p.A., nuovo proprietario delle torri dopo l’acquisto dalle Ferrovie dello Stato, che da subito ha condiviso l’obiettivo di creare un edificio di alta qualità ambientale, nel cuore della città. Esigenza rafforzata dal confronto, sul mercato immobiliare, con gli edifici dell’area Porta Nuova, che saranno certificati con il metodo LEED.

Per raggiungere un obiettivo così ambizioso, il team ha intrapreso un percorso di progettazione integrata che si è mosso dall’interno dell’edificio verso l’esterno Da un lato, si richiedeva che gli spazi interni fossero di alta qualità e flessibili, secondo gli standard di Beni Stabili; dall’altro, si era strategicamente deciso che gli impianti fossero ad alta efficienza energetica e che si evitasse ogni forma di combustione in sito. Per molte scelte impiantistiche si è optato per soluzioni con impatto locale a “emissioni zero” che, nel loro complesso, collocano l’edificio riqualificato in classe energetica B nella climatizzazione invernale, consentendo bassi costi di gestione in qualsiasi regime di funzionamento.

Il sistema di riscaldamento radiante Europlus-flex della ditta Eurotherm ci ha permesso di avere un impianto ad elevata efficienza termica e contenuti consumi di funzionamento nonostante le altezze molto vincolanti. Grazie a questo siamo riusciti a recuperare al massimo sul massetto, senza intervenire sui ferri di armatura del solaio. Basti considerare che data la scarsità di spazio, le due torri furono infatti edificate letteralmente sul passante ferroviario pertanto non vi è alcuna possibilità di modificare i solai soprastanti. I pannelli radianti di Eurotherm sono stati installati nell’area a doppia altezza dietro la bussola d’ingresso, in combinazione con un sistema di climatizzazione a tutt’aria, per migliorare il comfort termico invernale nella parte bassa della hall in corrispondenza della reception.

  • 1 - pavimento radiante Eurotherm per ristrutturazione
    pavimento radiante Eurotherm per ristrutturazione
  • 2 - pavimento radiante Eurotherm per ristrutturazione
    pavimento radiante Eurotherm per ristrutturazione
  • 3 - pavimento radiante Eurotherm per ristrutturazione
    pavimento radiante Eurotherm per ristrutturazione