Are you not browsing from Italy? Go to Eurotherm.info/ww
Or continue on Eurotherm.info/it

Raffrescamento radiante

Completamento della progettazione con il radiante: la deumidificazione

Completamento della progettazione con il radiante: la deumidificazione.
Se si vuole climatizzare in modo ottimale un ambiente mediante un sistema radiante occorre prevedere un impianto di deumidificazione dell’aria.

L’umidità all’interno delle abitazioni durante il periodo estivo può essere rilevante sia per le condizioni esterne sfavorevoli, sia per la presenza di persone che contribuiscono ad incrementare il vapore acqueo anche attraverso la loro attività. In questa situazione può accadere che si formi della condensa sulla superficie fredda, una condizione da evitare per non danneggiare le strutture.

Un’altro aspetto riguarda il comfort percepito dalle persone: secondo quanto consigliato dalla normativa UNI EN 7730, l’umidità relativa dovrebbe non dovrebbe superare il 60÷65% per garantire una sensazione di comfort e mantenere l’aria salubre negli ambienti.
Diversi studi hanno evidenziato che prevedendo per un’abitazione in clima mediterraneo un sistema radiante senza un sistema di deumidificazione dell’aria, è facile che l’umidità relativa superi i limiti consentiti, causando discomfort agli occupanti; in tale situazione è inoltre preferibile chiudere il passaggio di acqua fredda al pavimento o al soffitto freddo per prevenire la condensa.
La deumidificazione di un ambiente può essere a carico di una macchina specifica, chiamata deumidificatore isotermo, in grado di abbassare l’umidità relativa dell’aria prelevata dall’ambiente.

Deumidificatore da incasso 581 DI
> Scopri la linea di unità trattamento aria di Eurotherm
 

Il deumidificatore esiste nella versione a ciclo frigorifero, nella quale l’aria subisce globalmente un processo di deumidificazione ad opera di un refrigeratore interno e di una portata d’acqua fredda.
In alternativa il deumidificatore esiste nella versione senza compressore, in cui l’aria attraversa un sistema di scambiatori di calore aria-aria e una batteria alimentata ad acqua fredda ed esce deumidificata e leggermente raffrescata. Esiste pure la possibilità di effettuare un raffrescamento ulteriore dell’acqua mediante una batteria ad acqua aggiuntiva all’interno delle macchine appena descritte; in tal caso esse vengono definite deuclimatizzatori.

La deumidificazione di un ambiente può essere effettuata anche mediante un ventilconvettore; tuttavia è opportuno considerare che la capacità di deumidificazione di un ventilconvettore è significativamente più bassa di quella di un deumidificatore a parità di portata d’aria trattata. Questo significa che il numero di ventilconvettori in un appartamento deve essere adeguato alle reali esigenze di deumidificazione dell’ambiente. Inoltre è opportuno tenere presente che la funzione principale di un ventilconvettore è quella di raffreddare, pertanto la regolazione di un sistema radiante accoppiato a tali macchine deve essere valutata in fase di progettazione.
 

Trattamento aria Deuclima-VMC a soffitto

> Scopri la linea di unità trattamento aria di Eurotherm
 

Esiste infine la possibilità di installare un opportuno sistema ventilazione meccanica VMC con deumidificazione, in grado di immettere aria pulita e deumidificata proveniente dall’esterno in ogni stanza e parallelamente far fuoriuscire l’aria ricca di inquinanti dall’abitazione dopo aver effettuato un recupero termico se energeticamente conveniente.