Are you not browsing from Italy? Go to Eurotherm.info/ww
Or continue on Eurotherm.info/it

Raffrescamento radiante

La valida alternativa al climatizzatore

I sistemi radianti hanno conosciuto un rapido sviluppo grazie alla loro capacità di riscaldare gli ambienti garantendo alti livelli di comfort alle persone. Ma sempre più spesso il mercato richiede che lo stesso sistema possa funzionare anche in estate con la funzione di raffrescamento, per diversi ragioni.

Innanzi tutto per una questione di comfort, dato che lo scambio di tipo radiante con una superficie fredda non troppo distante dalla temperatura dell’ambiente determina una sensazione di benessere alla persona. Inoltre, rispetto ad un sistema di climatizzazione ad aria, si limitano le condizioni di discomfort dovute al movimento di masse d’aria fredda e si riduce il rumore dovuto a ventilatori.
Infine una considerazione energetica: il pavimento freddo o il soffitto freddo richiede acqua ad una temperatura più alta rispetto a un tradizionale sistema ad aria, pertanto la macchina per raffreddare l’aria (come può essere una pompa di calore aria- acqua) lavorerà ad efficienza più elevata.
 

RAFFESCAMENTO RADIANTE A SOFFITTO   RAFFESCAMENTO CON FANCOIL
Raffrescamento di una stanza utilizzando un impinato radiante a soffitto   Raffrescamento di una stanza utilizzando un fancoil a parete
     
L'area raffrescata dall'impianto radiante a soffitto risulta più omogenea e senza significativi sbalzi di temperatura da una zona all'altra dell'ambiente.   L'area raffrescata dal un fancoil genera aria in movimento che va acompromettera l'uniformità di temperatura nell'ambiente creando importanti sbalzi termici.


Un sistema in raffreddamento a soffitto è generalmente più efficiente rispetto ad un sistema a pavimento a causa del più alto coefficiente di scambio termico convettivo (approfondisci alla sezione Progettazione Efficiente).

Inoltre la normativa EN 1264 non consiglia di adottare temperature del pavimento inferiori a 19°C, mentre questo limite non c’è per il soffitto.

Tuttavia tutti i sistemi radianti devono essere progettati e regolati sulla base dell’umidità relativa presente in ambiente; pertanto la temperatura di mandata dell’acqua della essere scelta sulla base della temperatura di rugiada dell’ambiente come descritto da normativa. Visto che in estate è facile avere umidità elevate in ambiente, sia a causa delle condizioni esterne e sia a causa delle attività delle persone, è altamente consigliato prevedere un sistema di deumidificazione dell’aria quando si voglia realizzare un impianto di raffrescamento radiante, per i motivi che saranno presentati in seguito.