0
Il carrello è vuoto

Il pavimento radiante per gli edifici storici sottoposti a vincoli: il caso Biblioteca Malatestiana di Cesena.

 

Eurotherm è partner per la climatizzazione nel restauro della Biblioteca Malatestiana di Cesena

Costruita a metà del Quattrocento, la Malatestiana è l’unico esempio di biblioteca umanistica perfettamente conservata nell’edificio, negli arredi e nella dotazione libraria, ragion per cui nel 2005 è stata inserita dall’UNESCO nel “Registro della Memoria del Mondo”. Un palazzo storico sottoposto ai vincoli della Soprintendenza, uno di quei cantieri in cui entrare in punta di piedi sia per l’importanza del sito che per la delicatezza dell’intervento. 

La notevole altezza dei locali, che in alcuni punti raggiunge i 6 metri, ci ha portato a scegliere, dove i vincoli lo consentivano, di realizzare il radiante a pavimento e allo stesso tempo un sistema ad aria per aumentare comfort in estate e in inverno.” 

L’ingegner Giovanni Battistini, direttore dell’ufficio di Energie per la Città srl di Cesena ed energy manager del comune, ci spiega che nel progetto sono stati inseriti alcuni elementi di innovazione, ovvero pompe di calore ad alimentazione elettrica, abbandonando la preesistente caldaia a gas. 

Dopodiché, per ottenere la massima efficienza in riscaldamento e raffrescamento, è stato scelto come terminale di impianto il sistema radiante a pavimento Eurosuper 19 mm a lastra piana in poliuretano espanso con tubazione da 20 posata a passo 10 cm. Macchine per il trattamento dell’aria canalizzate a controsoffitto completano l’intervento e ottimizzano il comfort climatico. 

La scelta è stata motivata dalla necessità di garantire il maggior isolamento possibile in uno spessore minimo. Come potete osservare nel video, dopo la posa dell’impianto viene realizzato un massetto tradizionale con arena e cemento come in origine, nel rispetto delle prescrizioni delle Belle Arti. Il massetto conta uno spessore di 4,5-5 cm sopra tubo, in finitura verrà stesa la classica veneziana e poi levigata.

Il radiante a pavimento è stato utilizzato in 550 mq su 700 mq, è stato dunque preferito ovunque fosse possibile per offrire, sia in estate sia in inverno, un comfort all’altezza dell'importanza dell’edificio.

 

Utilizziamo cookie per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile e cookie di terze parti per inviarti informazioni basate sulle tue preferenze. Se continui a utilizzare il nostro sito o chiudi questo banner, acconsenti all'utilizzo dei cookie come illustrato all’interno della nostra Cookie Policy. Puoi consultare la nostra Cookie Policy e capire come disattivare i cookie (c.d. opt-out) cliccando qui.