21.02.2020 Ricostruzione Emilia: la prima chiesa post-sisma

Descrizione Cantiere: Nuova Chiesa Parrocchiale di Medolla (MO), la prima chiesa non provvisoria post terremoto 2012 in Emilia Romagna
Luogo: Medolla (MO)
Superficie: ca. 550 mq
Sistema: Zeromax con regolazione Smartcomfort e sistema di deumidificazione
Progettazione: Studio A+ di Medolla (MO) - Gavioli Alessio e Tassi Andrea
Installatore: ITM s.r.l. di Medolla (MO)

Intervista a P.I. Alessio Gavioli 

La nostra parrocchia, nostra perchè anch'io sono paesano di Medolla, dopo il sisma del Maggio 2012 è stata gravemente danneggiata e sarà difficile ristrutturarla, almeno per il momento, quindi con l'impegno del nostro parroco e grazie al contributo di benefattori, si è deciso di costruirne una nuova, antisismica e di moderne concezioni sia a livello di struttura che di impianti.

A livello strutturale abbiamo optato per una soluzione in legno, vetro e materiali di ultima generazione e ovviamente abbiamo dovuto cercare sul mercato sistemi innovativi anche a livello di impianti, da qui la scelta del sistema radiante a pavimento Eurotherm " Zeromax": un sistema che sposa perfettamente le esigenze di risparmio energetico, bassa inerzia, e rapidità di esecuzione. Il tutto accompagnato dal sistema di regolazione Smartcomfort di ultima generazione e da un impianto di deumidificazione Eurotherm a completamento dell'opera. In conclusione queste scelte impiantistico/strutturali ci hanno permesso di rispettare i tempi di esecuzione e dare un tocco tecnologico alla nostra nuova Chiesa che il 29/05/2013 viene inaugurata come da previsione riportando agli abitanti di Medolla un punto di aggregazione sociale di massima importanza per la comunità.

 

Utilizziamo cookie per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile e cookie di terze parti per inviarti informazioni basate sulle tue preferenze. Se continui a utilizzare il nostro sito o chiudi questo banner, acconsenti all'utilizzo dei cookie come illustrato all’interno della nostra Cookie Policy. Puoi consultare la nostra Cookie Policy e capire come disattivare i cookie (c.d. opt-out) cliccando qui.