03.04.2020 Restauro Chiesa di Santa Fosca

Descrizione Cantiere: Chiesa quattrocentesca, dichiarata monumento nazionale
Luogo: Santa Fosca di Pescul, Selva di Cadore (BL)
Superficie: 135 mq
Sistema: europlan
Architetto: Arch. Marino Baldin
Progettista: Per. Ind. P.I. Maurizio Moser
Installatore: F.lli Lorenzini

Intervista all'Arch. Marino Baldin

La chiesa parrocchiale di Santa Fosca di Pescul è costruita su pertinenze del XII sec. e possiede un impianto quattrocentesco arricchito da decorazioni ad affresco del XVIII sec. Si tratta probabilmente dell’edificio che meglio rappresenta l’architettura gotica alpina dell’arco dolomitico. La necessità di sostituire il vecchio impianto esistente ad aria calda con altro impianto compatibile rispetto alla conservazione delle importanti opere d’arte mi ha spinto a valutare la tecnologia Eurotherm con sistema di pedane Europlan sovrapposte alla pavimentazione esistente, così da realizzare un sistema di riscaldamento reversibile, efficace per il confort dei fedeli, pressoché privo di moti convettivi e conseguente stress termico e deposito di polveri per le opere d’arte.

L’impianto è alimentato prevalentemente con tecnologia solare così da ridurre l’inquinamento e i costi di esercizio. Santa Fosca è situata a 1.425 m slm ed è monumento nazionale. E’ la prima chiesa ad essere dotata di un impianto di tali caratteristiche.

Utilizziamo cookie per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile e cookie di terze parti per inviarti informazioni basate sulle tue preferenze. Se continui a utilizzare il nostro sito o chiudi questo banner, acconsenti all'utilizzo dei cookie come illustrato all’interno della nostra Cookie Policy. Puoi consultare la nostra Cookie Policy e capire come disattivare i cookie (c.d. opt-out) cliccando qui.